Francesco Petrarca

Francesco Petrarca nasce ad Arezzo il 20 luglio 1304 e muore ad Arquà il 18/19 luglio 1374. Petrarca è da considerarsi il primo

Solo et pensoso

in Rerum vulgarium fragmenta (Canzoniere)

Solo et pensoso, scritto nel 1337, è uno dei sonetti più famosi dei Rerum vulgarium fragmenta di Petrarca, che prenderanno poi successivamente il nome d’una indicazione di genere – Canzoniere – per il tasso innovativo che lo caratterizza....

Vai all'analisi

Voi ch’ascoltate in rime sparse il suono

in Rerum vulgarium fragmenta (Canzoniere)

Il Canzoniere di Petrarca è una raccolta di 366 poesie, in gran parte sonetti (317), in cui il poeta canta il suo amore, inappagato e tormentato, per Laura. La conflittuale vicenda d’amore non è fine a se stessa, bensì è assunta a paradigma di un’esperienza più vasta:...

Vai all'analisi

Chiare, fresche et dolci acque

in Rerum vulgarium fragmenta (Canzoniere)

Il componimento Chiare, fresche et dolci acque fa parte del libro di liriche del Petrarca, il Canzoniere (titolo originale: Rerum vulgarium fragmenta), raccolta di trecentosessantasei poesie che raccontano la storia dell’amore del poeta per Laura e la ...

Vai all'analisi

Movesi il vecchierel canuto et biancho

in Rerum vulgarium fragmenta (Canzoniere)

Il componimento Movesi il vecchierel canuto et biancho fa parte del libro di liriche del Petrarca, il Canzoniere (titolo originale: Rerum vulgarium fragmenta), raccolta di trecentosessantasei poesie che raccontano la storia dell’amore del poeta per Lau...

Vai all'analisi

Era il giorno ch’al sol si scoloraro

in Rerum vulgarium fragmenta (Canzoniere)

Il componimento che leggiamo fa parte del libro di liriche del Petrarca, il Canzoniere (titolo originale: Rerum vulgarium fragmenta), raccolta di trecentosessantasei poesie che raccontano la storia dell’amore del poeta per Laura e la decisione, dopo la morte di l...

Vai all'analisi

Almo Sol, quella fronde ch'io sola amo

in Rerum vulgarium fragmenta (Canzoniere)

Almo Sol, quella fronde ch’io sola amo fa parte del libro di liriche del Petrarca, il Canzoniere (titolo originale: Rerum vulgarium fragmenta), raccolta di trecentosessantasei poesie che raccontano la storia dell’amore del poeta per Laura e la dec...

Vai all'analisi

Erano i capei d’oro a l’aura sparsi

in Rerum vulgarium fragmenta (Canzoniere)

Il componimento Erano i capei d’oro a l’aura sparsi fa parte del libro di liriche del Petrarca, il Canzoniere (titolo originale: Rerum vulgarium fragmenta), raccolta di trecentosessantasei poesie che raccontano la storia dell’amore del poeta per La...

Vai all'analisi

Pace non trovo, et non ò da far guerra

in Rerum vulgarium fragmenta (Canzoniere)

Il componimento Pace non trovo, et non ò da far guerra fa parte del libro di liriche del Petrarca, il Canzoniere (titolo originale: Rerum vulgarium fragmenta), raccolta di trecentosessantasei poesie che raccontano la storia dell’amore del poeta per La...

Vai all'analisi

Italia mia, benché ’l parlar sia indarno

in Rerum vulgarium fragmenta (Canzoniere)

Il componimento Italia mia, benché ‘l parlar sia indarno fa parte del libro di liriche del Petrarca, il Canzoniere (titolo originale: Rerum vulgarium fragmenta), raccolta di trecentosessantasei poesie che raccontano la storia dell’amore del poeta per ...

Vai all'analisi

Zephiro torna, e 'l bel tempo rimena

in Rerum vulgarium fragmenta (Canzoniere)

Il componimento che leggiamo fa parte del libro di liriche del Petrarca, il Canzoniere (titolo originale: Rerum vulgarium fragmenta), raccolta di trecentosessantasei poesie che raccontano la storia dell’amore del poeta per Laura e la decisione, dopo la morte di l...

Vai all'analisi